domenica 22 marzo 2015

Lego

A volte fa piacere ripescare le vecchie pubblicità dei giochi che ci hanno fatto crescere. E che continuano a far crescere i nostri figli (certo, ora sono anche robotizzati e ci sono libri appositi...ma il concetto non cambia!)


sabato 21 marzo 2015

mercoledì 18 marzo 2015

Kubuntu upgrade...

Quando programmo un upgrade di sistema con Kubuntu so gia' in partenza che devo aspettarmi qualche casino.
Non so se sia solo un problema mio, diciamo che non ho mai speso molto tempo per comprendere bene il sistema di upgrade Debian, sta di fatto che nel caso di Kubuntu ho sempre avuto dei problemi.
Che si tratti di una distribuzione LTS o meno, al termine dell'upgrade ci sono parecchie cose che non funzionano.
Spesso si tratta del desktop che non parte piu'.
A volte la stampante non funziona.

Ma con l'ultimo aggiornamento è stato peggio.
Apparentemente Eclipse non proponeva piu' l'autocompletamento con CTRL-space, ma subito non gli ho dato importanza.
Molto piu' grave: Perl non funzionava piu'.
Quello che ho scoperto è che Perl è stato aggiornato dalla versione 5.14.2 alla 5.18.2, peccato che tutte le librerie installate con CPAN fossero in una cartella specifica /usr/local/share/perl/5.14.2 e che ora Perl avesse @INC impostato alla corrispondente 5.18.2, vuota!
Così ho "invertito" le due cartelle, cosa che mi è sembrata la soluzione piu' rapida e ho lanciato un upgrade completo dalla shell CPAN.
Nel mentre che attendevo ho scoperto che la combinazione CTRL-space non funzionava anche in Emacs, orrore!
Ebbene colpa questa volta del selettore della tastiera, che appunto con tale combinazione modificava il layout e la lingua di input. Ecco quindi che disabilitando questa (per me) inutile funzione gli editor hanno ripreso a funzionare correttamente.

Fare il caffé con Emacs

Nell'eterna lotta fra gli editor di testo (o gli ambienti multifunzione) Emacs vince a mani basse perché....sa fare anche il caffé.
Ovviamente non è possibile pilotare qualunque macchinetta: occorre che la macchina del caffé sia collegata in rete e che supporti il protocollo HTCPCP (Hyper Text Coffee Pot Control Protocol).

members @ ITPUG

Oggi è stato pubblicato sul sito di ITPUG un nuovo progetto, o meglio una nuova applicazione: members
L'applicazione, sviluppata da Gianluca (uno dei consiglieri) permette l'iscrizione online all'associazione e, lato back-office, la gestione del database dei soci stesso (libro soci).
L'applicazione è raggiungibile dal sito web ufficiale di ITPUG attraverso i link per l'iscrizione online.

Ritengo il progetto molto positivo, anzitutto perché consentirà (e semplificherà) la gestione dei soci in modo piu' agevole rispetto allo stato attuale, e anche perché Gianluca ha deciso di coinvolgere i soci con suggerimenti e osservazioni (nonché anche per la parte grafica).

L'applicazione è, come ragionevole per un primo rilascio, ancora in via di sviluppo e miglioramento, e sono sicuro che già nei prossimi giorni si assisterà a dei cambiamenti.

Lato tecnico, inutile da dire, si utilizza un database PostgreSQL...

martedì 17 marzo 2015

FreeBSD VIMAGE

I never noted VIMAGE, the kernel virtualization project of FreeBSD  until I read that PCBSD was making changes in order to use VIMAGE on jails.
The idea behing VIMAGE, also called VNET, is to provide a self-contained-per-jail-status in order to virtualize modules and their behavior. This translates to the opportunity to virtualize network stacks on a per-jail basis, something that reminds me the OpenSolaris CrossBow Project.

Respect the developers time and wills!

I believe there is a strong understimation of Open Source work today: people complains more and more everyday without taking into account that who does Open Source is donating her time and efforts to the whole community.
Having stated that, it is really simple, in my very own opinion, that developers have the rights to work on what make them happy, not on what will make the users' happy.
Most of the time, the two side of happiness coincide.
In this scenario, before expressing rage against a group of developers without providing help, it is better to remember that you, the final user, did not hire the developers themselves, and therefore they are free to ignore you.
For a pratical example, see here  and if you have a little respect for yourself, never reply like this!